Spaghetti con crema di zucca, pesto cremoso di semi di zucca e olive in agrodolce

Deliziosa pasta che celebra l'autunno con gusto e semplicità grazie a giochi di sapori dove il confine tra salato, dolce, acidulo, erbaceo è molto labile. Una vellutata crema di zucca Hokkaido avvolge gli spaghetti risottati in essa; il pesto di semi di zucca conferisce carattere e struttura al gusto; infine le olive in agrodolce al miele e aceto impreziosiscono il mix di sapori stimolando le tue papille gustative. Il salato, il dolce, l'acidulo sono tutti al punto giusto per far divertire il tuo palato con questa semplice e geniale ricetta.

Dosi per 3-4 persone
  • Spaghettoni di semola di grano duro 320 g

  • Polpa di zucca Hokkaido 500 g. Va bene anche zucca moscata o zucca mantovana.

Considera un pezzo di zucca con tutta la buccia del peso di circa 600-650 g.

  • Semi di zucca 120 g

  • 12 foglie di basilico

  • Un ciuffetto di prezzemolo

  • Olive nere al naturale (non condite né sotto aceto) 200g

  • Miele 4 cucchiaini colmi. Io ho usato il miele di cardo siciliano.

In alternativa puoi usare del miele di timo, oppure miele di tiglio o ancora miele di acacia.

  • Aceto di mele 2 cucchiai

  • Abbondante olio extravergine d'oliva

  • Sale q.b.

  • Maggiorana essiccata q.b.

  • Rosmarino in polvere q.b.

  • Salvia essiccata q.b.

  • Uno spicchio d'aglio

  • Ampia pentola per pasta

  • Un paio di padelle antiaderenti, di una particolarmente ampia per risottare la pasta

  • Coltello lungo e forte

  • Tagliere in legno

  • Frullatore ad immersione

  • Tritatutto

  • Teglia da forno

1. Taglia la zucca a fette grosse, senza eliminare la buccia esterna, e cucinala forno a 180 gradi per circa 45 minuti con un filo d'olio in superficie e un dito d'acqua nella teglia finché la polpa non diventa estremamente morbida.

2. Fai tostare i semi di zucca in forno a 160 gradi per circa 20 minuti.

3. Tira fuori dal forno la zucca, con un cucchiaio preleva la sola polpa dalla scorza, mettila dentro un contenitore insieme a rosmarino, maggiorana, salvia, sale, un filo di olio d'oliva e dell'acqua calda e frulla fino a che non diventa vellutata e cremosa.

4. Con un tritatutto oppure un frullatore ad immersione trita i semi di zucca, le foglie di basilico e prezzemolo, un pizzico di sale, abbondante olio d'oliva, un dito di acqua calda fino a quando non ottieni un pesto cremoso. Metti da parte.

5. In una padella antiaderente metti un filo d'olio d'oliva e lo spicchio d'aglio e fai soffriggere per un paio di minuti. Poi aggiungi le olive nere e un paio di foglie di basilico e falle soffriggere per un paio di minuti.

6. Rimuovi lo spicchio d'aglio e aggiungi 4-5 cucchiaini di miele e 2 cucchiai di aceto di mele e mescola ancora per 3-4 minuti a fuoco vivace. Metti da parte.

7. In un'ampia pentola porta a bollore dell'acqua per cuocere la pasta. Al momento del bollore aggiungi abbondante sale e poi la pasta. Lascia cuocere gli spaghetti in acqua per 3 - 3 minuti e mezzo al massimo.

8. Nel frattempo in un'ampia pentola antiaderente o adatta per mantecare la pasta, versa qualche filo d'olio e la crema di zucca con mezzo mestolo di acqua di cottura della pasta.

9. Dopo circa 3 minuti di cottura della pasta in acqua, tirala fuori dall'acqua con un mestolo apposito e mettila in padella con la crema di zucca, in cui terminerà la cottura. Aggiungi un paio di mestoli di acqua e mescola e spadella "risottando" la pasta. Dopo circa 4 minuti la pasta, al dente, dovrebbe essere pronta. Assicurati che sia cremosa e ben amalgamata al puré di zucca. Aggiungi un filo d'olio e da un'ultima spadellata lontano dai fornelli.

10. Procedi all'impiattamento. Su ogni piatto prima distribuisci il pesto di semi di zucca, poi la pasta con crema di zucca e infine aggiungi circa 6 olive nere in agrodolce sugli spaghetti.

spaghettoni con crema di zucca, pesto di semi di zucca e olive nere in agrodolce
spaghetti con crema di zucca, pesto di semi di zucca e olive nere in agrodolce - wine pairing

Vino in abbinamento: Feteasca Albă 2019, cantina I'M WINERY, Chișinău, Moldavia.

Si tratta di un vino bianco semi-aromatico, leggero e dall'acidità moderata che, grazie ai suoi sentori di pera, pesca bianca, fiori bianchi come il gelsomino e la margherita e sentori erbacei di erbe spontanee di campo si sposa bene con la dolcezza accennata e poi le note più secche ed erbacee del piatto.