I Cavaddari. Ristorante dai profumi di mare in un borgo incantato

Santa Caterina, non lontano da Acireale. Piccole e basse dimore, muri variopinti, stretti calli che le percorrono dritti verso il mare. Ogni casetta ha poche zolle qua e là di colorati gerani e di gelsomino profumato.

Si percepisce l'inebriante profumo di limoni in fiore. Non si sente alcuna voce se non di risacca lontana, e un subitaneo lamento di bimbo. Poi, d'improvviso, ti ritrovi in uno spiazzo su un elevatissimo costone a strapiombo sulle acque. T'arresti, dapprima stordito, incredulo, poi rimani incantato, sorpreso: t'appare dinanzi un'ampia macchia, densa, di blu, che corre veloce verso l'orizzonte a congiungersi con il turchino del cielo.

La fresca brezza ti desta e stai a rimirar, estasiato, quel dipinto: un punto bianco di vela, lontano, cerca la corrente e un soffio di vento; tre gabbiani, librati in volo, attendono l'azzurra preda; lunghe striature bianche fendono il mare; creste di pacate onde s'inseguono...

Accoglienza

Un richiamo ti sveglia e, col cuore in tumulto, l'iride pigmentata di blu, t'avvii. Ci attendono sulla soglia i giovani Finocchiaro del Ristorante I Cavaddari, t'accolgono come ospite prezioso in una casa calda, ordinata, raffinata, che ti sembra già d'aver conosciuto, vissuto. Lo sono, ancor più, i collaboratori, preparati, gentili, attenti, solleciti a soddisfare ogni tuo desiderio. Ci danno il loro benvenuto con un calice di prosecco Valdobbiadene e con un'imperdibile entrèe: croquette di salmone su un letto di orzo perlato cotto, con gamberetti, verdure di stagione finemente tritate, una vellutata di pomodori datterini con striature di miele aromatizzato.

Le pietanze e i vini

Scegliamo un delizioso frizzantino Juculano Catarratto delle Cantine Nicosia. Rinunciamo, a malincuore, agli antipasti... Una coppia giovane, con una bambina, sono alle prese con scampi, occhi di bue, cozze gratinate, seppioline, gamberoni, pesce crudo, marinato, fritturine: "Squisito, ben preparato e presentato, freschissimo!" - sottovoce bisbigliano. Ogni gesto, la preparazione, i particolari, sono curati con attenzione, amore, passione. Fantastici rispettivamente il risotto con polpa di granchio, gamberetti, spuma d'astice, granuli di pomodoro profumati al finocchietto selvatico, e le linguine all'astice.

Delicatissimo il ripieno di cernia dei ravioli, con un ragù bianco di tocchetti di patate allo zafferano e cernia, al profumo di rosmarino.

Ritroviamo il sapore del mare in una superba grigliata di pesce, perfetta nei tempi di cottura e nella presentazione.

Riconosci l'impegno di impiegare i prodotti del territorio, i vini dell'Etna, le verdure, il pescato del giorno. Ci sono l'estro, la fantasia e la mano capace di un giovane chef che sa bilanciare i sapori, sempre rispettando l'essenza di ogni ingrediente: è la Sicilia dei giovani intraprendenti, che dobbiamo incoraggiare e sostenere, sempre!

Contatti:

Ristorante I Cavaddari

P.zza Bellavista (S. Caterina) - Acireale (CT)

Tel. 095 606755 - Cell. 333 7252676 - 347 4073661